Le criticità di Libra: la criptovaluta di Facebook

0

Di seguito vi riportiamo alcune osservazioni fatte dal giovane Valentino Capobianco sulla nuova moneta virtuale e sul ruolo economico dei social network oggi.

Facebook è il social network che ha trasformato il modo in cui comunichiamo e ci relazioniamo via internet.
Adesso vuole modificare il nostro modo di gestire i soldi.
La rivoluzione avverrà con Libra, la criptovaluta che facebook utilizzerà per il trasferimento di denaro.
Il progetto ha visto molti detrattori, tra i quali spicca il presidente Usa Donald Trump che, via twitter, ha manifestato i suoi dubbi su libra, quale asset digitale non regolamentato ed utile per il traffico di droga ed altre attività illegali.
Lo stesso presidente della Fed,Jerome Powell, ha espresso i suoi timori concernenti la criptovaluta di Facebook, nei settori legati alla privacy, alle frodi e al riciclaggio di denaro sporco.
Libra dovrebbe nascere nel primo semestre dell’anno prossimo, comportando una eventuale svalutazione del dollaro e dell’euro, ponendosi come valuta dei paesi in via di sviluppo.
La libra association, con a capo l’ex presidente di Paypal David Marcus, gestirà il funzionamento della blockchain, si tratta di un consorzio di 28 soggetti a livello globale, che comprende player come Visa, Mastercard, Paypal, Spotify, Uber ed Illiad, fra i tanti.
Calibra, società di facebook, si occuperà di gestire un wallet per i pagamenti istantanei in libra su messenger e facebook.
Facebook figurerà tra i tanti membri nell’ambito della gestione di libra, un chiaro tentativo di depistaggio.
L’intento di Zuckerberg è chiaro, sfruttare i 2,4 miliardi di utenti facebook per diventare il dominus del denaro mondiale.
Le autorità antitrust sono attive , e da tempo controllano la sede fantasma di Ginevra.
Dopo aver indebolito le democrazie occidentali a suon di Fake news, Zuckerberg riuscirà nel suo intento egemonico in ambito pecuniario?
Ai posteri l’ardua sentenza.

Share.

Comments are closed.