Il Pacchetto Mezzogiorno

0

La Legge di Bilancio – La Nota di Capobianco.

Nella legge di bilancio entrano le prime tracce del Piano per il Sud.
Ci si riferisce al fondo sviluppo e coesione, il tesoro inutilizzato del mezzogiorno, per finanziare misure per le imprese e i comuni.
Per i prossimi 5 anni,si autorizza l’uso di ulteriori 5 miliardi di Fsc.
Il ministro del sud i.e Giuseppe Provenzano,in quota pd,si dice pronto a fare in modo di spendere i soldi del fondo e ad incentivare i bonus investimenti al sud,quota premiale per il Mezzogiorno su credito di imposta ricerca e prestiti della “Nuova Sabatini” legati a impresa 4.0, fondo per le infrastrutture sociali dei comuni.
Queste misure saranno finanziate con il Fondo sviluppo coesione(Fsc).
Il credito di imposta per gli investimenti in beni strumentali nel Mezzogiorno viene prorogato per il 2020 con 675 milioni.
Con ulteriori 75 milioni il credito di imposta per gli investimenti in R e S, per Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna sale al 50% per le spese relative al personale dipendente e ai contratti con università ed enti di ricerca , anche per la parte non incrementale della spesa.
Per i Comuni, invece, 300 milioni vanno ad abbattere l’onere finanziario sui mutui accesi per le infrastrutture sociali.
Il fondo per la crescita dimensionale delle micro e Pmi che- dopo essere stato travasato dal precedente governo nel fondo nazionale venture capitale- rinasce sotto la Banca del Mezzogiorno con 150 milioni per il 2020 e 100 milioni per il 2021.
In attesa della rinascita del sud.
Del resto,la speranza è l’ultima a morire.

Share.

Comments are closed.