l Bonus Trump di Huawei

0

Il Caso Huawei. La nota di Valentino Capobianco

Nella busta paga di novembre i 194mila dipendenti Huawei troveranno una doppia mensilità, per una spesa totale di 285 milioni di dollari , in riconoscimento delle sfide esterne eccezionali a cui hanno dovuto far tutti fronte per le pressioni dell’amministrazione americana contro il colosso delle Tlc cinesi, accusato di aver commesso spionaggio.
Zheng Liangcai, manager delle risorse umane di Huawei ha deciso di distribuire un premio speciale per le difficoltà dei dipendenti , difficoltà superata con caparbietà ed estremo coraggio.
La lettera di Zheng è stata inviata l’11 novembre, il giorno del Black Friday cinese.
Parliamo di un premio minimo di 2850 dollari a lavoratore.
Huawei è il primo produttore mondiale di apparecchiature per le telecomunicazioni.
10 miliardi di ricavi in meno, colpa di Trump, del protezionismo e della fine del mercantilismo?
Huawei cresce comunque più degli ultimi 2 anni , ottenendo solo risultati positivi.
Nel dicembre 2018, il Canada, su richiesta americana, ha arrestato la cfo di Huawei, Meng Wanzhou, figlia del fondatore Ren Zhengfei, tuttora in attesa di estradizione.
A maggio, Trump ha vietato alle agenzie governative di intrattenere relazioni commerciali con Huawei.
Ha inserito in una black lista il colosso cinese e le 70 società affiliate, che impedisce alle aziende americane le forniture di componenti.
Huawei ha firmato più di 60 contratti di fornitura per il 5g, il doppio dello scorso anno con almeno 400 mila nuovi dispositivi.
Più della metà dei contratti di Huawei sono in Europa.
Huawei intende attuare un secondo bonus per altri 285 milioni di dollari per i lavoratori che hanno permesso la continuità del core business, sviluppando una supply chain alternativa per sopperire alla mancanza di tecnologie americane di Huawei.
Parliamo del sistema operativo Harmony os sviluppato in alternativa a Google Android e parliamo dei chip Kunpeng, il microprocessore creato per rimpiazzare i semiconduttori made in Usa.
Il Trump-bonus vale 470 milioni di dollari.
Apple lo invidia, la grande mela è sempre più acerba.

Share.

Comments are closed.