Firefox, Edge, Safari e altri browser non utilizzeranno la nuova tecnologia di annunci FLoC di Google

Google sta lavorando da solo con la tecnologia pubblicitaria suggerita per sostituire i cookie di terze parti. Tutti i principali browser che utilizzano il progetto open source Chromium si sono rifiutati di utilizzarlo e non è chiaro cosa ciò significherebbe per il futuro della pubblicità web.

Due settimane fa, Google ha annunciato di aver iniziato a testare una nuova tecnologia pubblicitaria all’interno di Google Chrome chiamata Federated Learning of CohortsO FLoC. Utilizza un algoritmo per esaminare la cronologia del browser e inserirti in un gruppo di persone con cronologie di navigazione simili in modo che gli inserzionisti possano sceglierti come target. È più privato dei cookie, ma è anche complesso e ha alcune potenziali implicazioni sulla privacy se non viene implementato correttamente.

Google Chrome è basato su un progetto open source, quindi FLoC è stato implementato come parte di questo progetto che altri browser possono includere. Non sono a conoscenza di alcun browser basato su Chromium al di fuori del browser Google che lo implementerà e sono pienamente consapevole di quali browser lo rifiuteranno.

Una delle note che menzionerò qui è che mi sento a mio agio a non avere nessun altro che implementa FLoC immediatamente, perché il metodo per creare FLoC attribuisce troppa responsabilità al produttore del browser. Se eseguito male, FLoC potrebbe far trapelare informazioni sensibili. È una tecnica complessa che sembra mantenerti quasi anonimo, ma ci sono abbastanza dettagli per nascondere le dozzine di demoni.

Comunque, qui coraggioso: “L’aspetto peggiore di FLoC è che danneggia materialmente la privacy degli utenti, con il pretesto di essere rispettoso della privacy.” E qui Vivaldi: “Non supporteremo l’API FLoC e prevediamo di disattivarla, indipendentemente da come viene implementata. Non protegge la privacy e non è certamente vantaggioso per gli utenti rinunciare inavvertitamente alla propria privacy per ottenere un guadagno finanziario da Google”.

Abbiamo contattato musica lirica Commenta anche, ed ecco la dichiarazione di quella società:

Come probabilmente saprai, Opera ha una lunga storia nell’offrire funzionalità per la privacy a vantaggio dei nostri utenti: è stato il primo grande browser a offrire blocco degli annunci integrato, VPN del browser e altre funzionalità incentrate sulla privacy. L’importanza ora risiede nella fine dei cookie di terze parti, che ridurranno la quantità di tracciamento tra i siti Web sul Web. Sebbene noi e altri browser discutiamo di nuove e migliori alternative per la pubblicità sulla privacy per i cookie, incluso FloC, non abbiamo attualmente in programma di abilitare funzionalità come questa nei browser Opera nella loro forma attuale. In generale, pensiamo che sia troppo presto per specificare in quale direzione si muoverà il mercato o cosa faranno i principali browser.

DuckDuckGo non è un browser, Ma ha già creato un’estensione del browser per bloccarlo. Anche la Electronic Frontier Foundation, che è ferocemente contraria alla FLoC, lo ha fatto Crea un sito web per avvisarti se sei uno dei pochi utenti Chrome inclusi Nei primi test di Google.

READ  YouTube consente ai creator di cambiare il nome del canale senza cambiare il nome dell'account

Ma forse il browser basato su Chromium più importante che Google non ha realizzato lo è Microsoft Edge. È un grande test della tecnologia FLoC proposta da Google: se Microsoft non la supporterà, ciò significa praticamente che Chrome funzionerà da solo con quella tecnologia.

Nel La grande tradizione delle audizioni tecniche al Congresso, Microsoft ha posto una domanda sì o no: intendi implementare FLoC in Edge? E nella stessa grande tradizione, Microsoft ha risposto:

Crediamo in un futuro in cui il Web può fornire alle persone privacy, trasparenza e controllo supportando modelli di business responsabili per creare un ecosistema vivace, aperto e diversificato. Come Google, supportiamo soluzioni che danno agli utenti un chiaro consenso e non annullano la scelta dei consumatori. Questo è anche il motivo per cui non supportiamo soluzioni che sfruttano tag ID utente non approvati, come le impronte digitali. Il settore è in voga e ci saranno proposte basate su browser che non richiedono ID utente individuali e proposte basate su ID basate su consenso e relazioni di prima parte. Continueremo a esplorare questi approcci con la comunità. Recentemente, ad esempio, siamo stati lieti di offrire un possibile approccio, come mostrato nella nostra proposta PARAKEET. Questa proposta non è un’iterazione finale ma un documento in fase di sviluppo.

È molto da svuotare, ma suona praticamente come un “no”. Tuttavia, è un “no” con un contesto importante. Ma prima di approfondire, parliamo di un paio di browser non Chromium, perché una delle parti importanti di tutto questo è che la tecnologia FLoC di Google rimane. Suggerimento. Google afferma che vuole renderlo una parte essenziale del Web, non solo una nuova funzionalità nel suo browser.

Ecco una dichiarazione che un portavoce di Mozilla ci ha fornito riguardo ai nostri piani Volpe del fuoco:

Al momento stiamo valutando diversi suggerimenti di annunci per la privacy, inclusi quelli forniti da Google, ma al momento non abbiamo in programma di implementarli.

Non supportiamo l’ipotesi che il settore abbia bisogno di miliardi di punti dati sulle persone, che vengono raccolti e condivisi senza la loro comprensione, per offrire annunci pertinenti. Ecco perché abbiamo implementato la protezione antitracciamento avanzata per impostazione predefinita per bloccare oltre dieci miliardi di tracker al giorno e continuare a innovare nuovi modi Per proteggere le persone che utilizzano Firefox.

Pubblicità e privacy possono coesistere. L’industria della pubblicità potrebbe operare in modo diverso rispetto agli anni passati. Non vediamo l’ora di svolgere un ruolo nella ricerca di soluzioni che creano un Web migliore.

Per quanto riguarda Apple SafariLo ammetto, non ho contattato il commento perché a questo punto non è difficile indovinare la risposta. Dopotutto, Apple merita un po ‘di credito per aver modificato le visualizzazioni predefinite di tutti sulla privacy. Tuttavia, la storia qui è in realtà molto più interessante di quanto potresti immaginare all’inizio. John Wilander è un ingegnere WebKit presso Apple che lavora per migliorare la privacy in Safari Blocco di tracciamento intelligente Caratteristiche. Alla domanda su Twitter se Safari implementa FLoC o meno, ecco la sua risposta:

Wilander ha scherzato con l’affermazione di Microsoft che “l’industria è in viaggio” quando si tratta di bilanciare le nuove tecnologie pubblicitarie con la privacy. Ma parla di qualcosa di veramente importante: gli standard web prendono molto sul serio il proprio lavoro e si attengono seriamente al processo degli standard web che crea il web aperto.

READ  Il prossimo grande aggiornamento di Windows 10 migliora l'audio Bluetooth con il supporto AAC

Questo processo è stato spesso evidenziato come lento, controverso e frustrante. Sono tutte queste cose. Ma è anche l’ultima linea di difesa contro il cracking completo e completo del Web in pagine compatibili solo con browser Web specifici. Questo non è affatto il web.

Quindi quello che ti aspetti sarà un “no” difficile da Apple (e quello che sarà sicuramente un “no” difficile alla fine) diventa invece un impegno per il processo degli standard web e prendi sul serio i suggerimenti di Google. Idem da Microsoft.

Tutto ciò accade perché tutti i principali browser hanno già o bloccheranno presto i cookie di terze parti, che è il modo predefinito per identificarti e tracciarti sul web. Tutti i principali browser sono obbligati a garantire che non si possa essere identificati personalmente con inserzionisti di terze parti. Anche Google Lo ha detto il team pubblicitario privato.

La fine di questi cookie si chiama Cookiepocalypse ed è orribile perché nessuno sa veramente cosa faranno gli inserzionisti una volta che questi metodi di tracciamento saranno stati dirottati. E ora, i principali fornitori di browser stanno suggerendo varie e nuove soluzioni.

Apple, Google e Microsoft hanno tutti idee su come fare pubblicità sul Web. Abbiamo discusso a lungo del FLoC di Google, ma potresti essere sorpreso di apprendere che Apple non sta solo cercando di bloccare tutti gli annunci; lei ha Suggerimenti di annunci che migliorano la privacy da soli. E quel riferimento casuale a PARAKEET nella dichiarazione di Microsoft? Un altro suggerimento di annuncio.

Il problema qui è che Cookiepocalypse si avvicina davvero. Molti browser bloccano già i cookie di terze parti. Google Chrome è il fattore che influenza il blocco dei cookie di terze parti, ma è anche il browser con la maggiore quota di mercato.

READ  Come individuare l'arte falsa all'interno del gioco

Google si impegna a Disattivare i cookie di terze parti nel 2022, Ma sembra molto improbabile che il processo degli standard web raggiunga una risposta entro quella data. In effetti, uno dei Altre proposte di Google non inizieranno i test fino alla fine di quest’anno Troppo tardi per fare pubblicità, se Google mantiene la sua promessa originale. Chissà cosa faranno gli inserzionisti dopo?

La tecnologia è complessa, il processo lento e il risultato non è chiaro. Questo è uguale al ciclo web. Di solito ti dico di non preoccuparti di questo e lascia che il W3C faccia il suo corso. Ma la posta in gioco è così grande: la tua privacy, i tuoi soldi colossali e la natura interoperabile del web stesso possono essere combinati in uno sbuffo di fumo se questi produttori di browser non escogitano un modo per legare tutti questi aghi. Cookiepocalypse, appunto.

Aggiornamento, 14:15 ET, 16 aprile: Aggiunta dichiarazione da Opera.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Pt Agency News