Giro de Italia Undefeated Heroes: Emanuel Keprekjapier Interested GC Talent

“],” Filtro “:” nextExceptions “:” img, blockquote, div “,” nextContainsExceptions “:” img, blockquote “}}”>

L’Eritrea sta rapidamente diventando una forza importante nel ciclismo globale.

Dal momento che la Vulta a España del 2012 e il Tour de France 2015 sono i punti di svolta per Daniel Dekleheimonot, l’ondata di corridori eritrei che si uniscono ai capi del gioco non sembra rimpiangere presto.

Ci sono attualmente sei corridori del paese africano nei primi due strati del ciclismo, tre dei quali correranno al Giro de Italia – più del Canada, quasi negli Stati Uniti

Uno dei portabandiera eritrei in Italia sorgerà e G.C. Questo è il suo terzo tour importante dopo una precedente apparizione di Zero e un giro sulla Vulta a Espa ானா a.

“Sono solo felice di essere libero. Credo di essere più in forma che mai ”, ha detto Keprekjapier Velo News Prima della gara. “È stata una delle gare più dure della mia vita, ma mi piace anche correre.

“Sono venuto qui per lavorare per Vincenzo Nibali. Sono molto contento di lavorare per lui. È un brav’uomo, un leader, quindi darò tutto per lui”.

Mentre lavorava per Nibali, G.C. In un giorno in cui i concorrenti non hanno la possibilità di incrociare le spade, Keprexapier potrebbe avere un po ‘di libertà in gara. Keprekjapier sta cercando il suo primo successo professionale al di fuori del suo campionato nazionale ed è sempre desideroso di garantire il 2021.

“Ovviamente vincere una tappa di una gara quest’anno sarà il mio obiettivo principale. Ero in buona forma, ho molta determinazione e molte motivazioni. Forse posso vincere una tappa a Zero”, ha detto ridendo.

READ  30 migliori Palloncini Nascita Bimbo da acquistare secondo gli esperti

Dall’Eritrea al World Tour

Kebrikshopier è un professionista del quarto anno nel 2018 dopo essere avanzato al livello del tour mondiale con un gruppo di dati dimensionali come molti dei suoi coetanei. Una Lild inglese grazie al suo inglese per aver vissuto per molti anni vicino alla base della squadra di Luke.

Fin dal suo debutto nel World Tour, K ப்ர brekjapier si è rivelato promettente come pilota a tappe e concorrente assoluto, finendo tra i primi 10 nella categoria giovani al Tour de Romandi 2018 e Criterium to Tobina. L’anno successivo è riuscito a salire con i migliori, finendo sesto assoluto alla Volda a Burgos un minuto dietro al vincitore Ivan Sosa.

La sua performance ha attirato l’attenzione di Trek-Sekafredo. È stato trasferito alla squadra in inverno ed è stato subito rintracciato dalla linea di supporto di Nibali. La mossa è un giro completo per Keprexabir, che ha appena iniziato a calpestare le attrezzature del produttore statunitense.

“La mia prima bici è stata un trekking”, ha detto Keprekjapier. “Il trekking è la bici più popolare in Eritrea. Numerosi motociclisti percorrono il trekking in Eritrea, tutte le squadre locali lo usano, così come la squadra nazionale. “

Keprexapier è stato introdotto al ciclismo da un amico e ha iniziato ad andare in mountain bike prima di rivolgere la sua attenzione alla strada. I suoi anni di ciclismo sono coincisi con la sua rottura sul palcoscenico mondiale con Dekleheimon, e ha ricordi dello scalatore che tornava a correre contro i ciclisti locali nel suo paese d’origine.

“Ho molti ricordi delle corse nelle gare locali in Eritrea quando ero bambino. Ricordo di aver visto molti corridori lì, soprattutto Daniel Declaheimonot “, ha detto. A quel tempo, correva per il team GreenEdge.

READ  30 migliori Ciotola Anti Ingozzamento da acquistare secondo gli esperti

“È stato fantastico perché è passato dalla corsa locale in Eritrea al World Tour con GreenEdge. Ha corso con i corridori locali e i corridori locali hanno combattuto contro di lui. Ho molti bei ricordi di lui ad Asmara, in Eritrea.”

Il numero crescente di motociclisti eritrei a Peloton dà al K ப்ர brekjapi un senso di orgoglio nazionale, ma gli dà anche un senso della natura e della casa. Per chi parla italiano, francese, tedesco, olandese e inglese, è facile trovare qualcuno che parli la tua lingua.

Questo può essere preso alla leggera, ma quando non parli una delle principali lingue di Peloton, trovare un collega che parla può essere inestimabile.

“Zero de Italia ha altri due corridori eritrei nel Peloton, il che è molto positivo per me perché se sai che ci sono altri corridori eritrei nel Peloton, posso parlare la mia lingua”, ha detto. “A volte mi manca parlare la mia lingua. A volte, puoi parlare con loro se hai tempo libero. Parlare la mia lingua è importante per me. Sono molto felice di correre con loro. “

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Pt Agency News