Il primo ministro pakistano Imran Khan esprime la sua solidarietà all’India sulla crisi del COVID-19

Il suo tweet è arrivato dopo che il ministro degli Esteri pakistano Shah Mahmood Qureshi ha espresso il suo sostegno al popolo indiano sulla scia del massiccio aumento dei casi di COVID-19 nel paese.

Il primo ministro pakistano Imran Khan sabato ha espresso la sua solidarietà al popolo indiano mentre è alle prese con l’ondata mortale della pandemia COVID-19, dicendo: “Dobbiamo combattere questa sfida globale che l’umanità deve affrontare insieme”.

Un massimo record in un giorno di 3,46,786 casi di coronavirus ha aumentato il numero di infezioni in India a 1,66,10,481, mentre i casi attivi hanno superato il limite di 25 lakh, secondo i dati aggiornati del Ministero federale della sanità di sabato.

Il bilancio delle vittime è salito a 1.89544 con ulteriori 2.624 morti registrate in un giorno, secondo i dati.

In un tweet, il signor Khan ha detto: “Le nostre preghiere sono per la pronta guarigione di tutti coloro che soffrono l’epidemia nella nostra regione e nel mondo”.

Vorrei esprimere la nostra solidarietà al popolo indiano mentre combatte la pericolosa ondata di COVID-19. “Dobbiamo combattere insieme questa sfida globale che l’umanità deve affrontare”, ha detto su Twitter.

Il suo tweet è arrivato dopo che il ministro degli Esteri pakistano Shah Mahmood Qureshi ha espresso il suo sostegno al popolo indiano sulla scia del massiccio aumento dei casi di COVID-19 nel paese e la sua simpatia per le famiglie colpite.

Il signor Qureshi ha detto che la crisi del COVID-19 è un altro promemoria che le questioni umanitarie richiedono risposte che vanno oltre le considerazioni politiche.

“Esprimiamo il nostro sostegno al popolo indiano sulla scia dell’attuale ondata di infezioni da # COVID19 che hanno colpito duramente la nostra regione. A nome del popolo pakistano, esprimo le nostre più sentite condoglianze alle famiglie colpite in # India”, Il signor Qureshi ha twittato.

“Come gesto di solidarietà con il popolo indiano sulla scia dell’attuale ondata di # COVID19, il Pakistan ha ufficialmente fornito soccorso e supporto all’India, inclusi ventilatori, Bi PAP, macchine a raggi X digitali, DPI e altri articoli correlati Un altro tweet: “Crediamo in #HumanityFirst”.

Ha detto che il Pakistan continua a lavorare con i paesi dell’Associazione dell’Asia meridionale per la cooperazione regionale (SAARC) per rafforzare la cooperazione per affrontare l’epidemia.

Oggi, sabato, il ministero della Salute pakistano ha affermato che il Pakistan ha registrato 157 morti per Coronavirus nelle ultime ventiquattr’ore, il tasso più alto dallo scorso anno, mentre il nuovo numero di contagi registrati ha raggiunto quota 5.908.

Anche il ministro dell’informazione pakistano Fuad Choudhury ha espresso sentimenti simili nei confronti del popolo indiano.

“In questi tempi difficili, le nostre preghiere sono con le persone in India, che Dio sia gentile e questi tempi difficili potrebbero presto finire”. Tweet su Twitter.

I tweet dei leader pakistani sono arrivati ​​in mezzo ad alcuni segnali di riavvicinamento nelle relazioni tra India e Pakistan sulla questione del Kashmir.

La decisione dell’India di revocare lo status speciale di Jammu e Kashmir nel 2019 ha fatto arrabbiare il Pakistan, che ha declassato i rapporti diplomatici con Nuova Delhi ed espulso l’Alto Commissario indiano a Islamabad. Il Pakistan ha anche interrotto tutti i collegamenti aerei e terrestri con l’India e sospeso il commercio e i servizi ferroviari.

In un annuncio a sorpresa il 25 febbraio, le forze armate dei due paesi hanno affermato di aver accettato di rispettare rigorosamente tutti gli accordi di cessate il fuoco lungo la linea di controllo in Jammu e Kashmir e in altri settori.

READ  I subacquei della Florida trovano fossili di mammut dell'era glaciale

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Pt Agency News