La “passione per il marchio del CEO” di Alfa Romeo potrebbe essere la chiave per rilanciare le sue fortune

Il suo trasferimento dalla Francia all’Italia non è stato guidato da ambizioni di carriera. “Quando sei presidente del marchio Peugeot, che guadagna miliardi di euro all’anno, non vai ad Alpha per motivi professionali. Lo fai per motivi personali, sei guidato dalla passione e da ragioni familiari”, ha detto.

Le ragioni familiari sono legami ancestrali con l’Italia. Suo nonno si trasferì dalla Francia nel 1904 nella piccola città costiera di Gaeta, nell’Italia centrale.

E la sua famiglia ha legami di lunga data con Alpha. “Quando sono nato, mio ​​padre guidava una Giulia 1300 blu, poi è passato all’Alpha GT-2000”, ha detto Imprato, “La prima macchina di mia moglie è stata Al-Fasoud”.

Negli ultimi cinque anni, l’Alfa è stata guidata da dirigenti americani che operano dalla sede statunitense di Fiat Chrysler ad Auburn Hills, prima da Red Bigland, poi da Tim Kuniskis. Questi dirigenti avevano anche altri ruoli importanti nella FCA.

Imparato ha detto che era importante che il marchio fosse gestito dall’Italia. Ha riorganizzato la leadership globale del marchio e ha affermato che il suo nuovo team esecutivo è “italiano al 100%”.

Imparato sta anche portando ad Alfa il logo del CEO Stellantis CEO Tavares. La nuova sede globale del marchio all’interno dell’ex Centro Stile Fiat di Torino si estende su soli 200 metri quadrati, non molto più grandi di un singolo campo da tennis.

“Siamo parsimoniosi e stiamo attenti a ogni euro che spendiamo”, ha detto Imbrato.

READ  Spero che uno sia ricordato come un concorrente eccezionale: Valentino Rossi

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Pt Agency News