Misterioso lavoro della NASA

La NASA ha scioccato tutti il ​​16 aprile quando SpaceX ha scelto Elon Musk per costruire una navicella spaziale che avrebbe fatto atterrare gli astronauti sulla luna per la prima volta dall’ultima missione Apollo. La NASA ha effettivamente scelto tre società per tenere questa fase. Il premio di SpaceX per “Human Landing System” (HLS) è stata un’altra grande vittoria per la potente compagnia di navigazione per salire al vertice delle compagnie aeree negli Stati Uniti.

Significa anche che SpaceX è uno dei partner più fidati dell’agenzia spaziale. Vincendo un contratto da 2,9 miliardi di dollari, SpaceX ha sconfitto la Blue Origin di Jeff Bezos, che ha formato quella che ha definito una “squadra nazionale” collaborando con i giganti spaziali Lockheed Martin, Northrop Grumman e Draper. SpaceX ha anche vinto Dynetics, un appaltatore della difesa con sede a Huntsville, in Alabama. Negli altri principali programmi, la NASA ha selezionato più fornitori di servizi per aumentare la concorrenza e per garantire che ci sia un surplus nel caso in cui uno di loro non sia in grado di fornire. Ma quando si tratta di rivisitare la luna, la NASA ha riposto la sua piena fiducia in SpaceX. Perché la NASA l’ha fatto? Sembra folle.

Ma HLS ha descritto il contratto come “la partnership della NASA con SpaceX per aiutare a compiere la missione Artemis e non vediamo l’ora di continuare il nostro lavoro verso lo sbarco degli astronauti sulla Luna, per prepararci al prossimo gigantesco balzo verso Marte”. Artemis è un programma di volo spaziale umano finanziato dal governo degli Stati Uniti che mira a far atterrare la prima donna e il prossimo uomo sulla superficie della luna, in particolare nella regione del polo sud della luna, entro il 2024.

READ  È stato sviluppato un nuovo test dell'olfatto per i pazienti con morbo di Parkinson e Alzheimer; Utile anche nella diagnosi di COVID-19: Study | The Weather Channel - Articoli da The Weather Channel

Il programma è svolto principalmente dalla NASA, dalle compagnie di volo spaziale commerciale degli Stati Uniti che hanno stipulato un contratto con la NASA e da partner internazionali tra cui l’Agenzia spaziale europea (ESA), l’Agenzia spaziale giapponese per l’esplorazione (JAXA), l’Agenzia spaziale canadese (CSA) e lo Spazio Agenzia Italiana (ASI), Agenzia Spaziale Australiana (ASA), Agenzia Spaziale Britannica (UKSA), Agenzia Spaziale Emirati Arabi Uniti (UAESA), Agenzia Spaziale Statale dell’Ucraina e Agenzia Spaziale Brasiliana (AEB).

La NASA guida il programma, ma si aspetta che le partnership internazionali giochino un ruolo importante. Gli obiettivi a lungo termine includono la creazione di una squadra di spedizione e una presenza sostenibile sulla luna, la posa delle basi per le società private per costruire un’economia lunare e, infine, l’invio di esseri umani su Marte.

Questo potrebbe essere definito uno sforzo veramente internazionale per lo scienziato di esplorare e conquistare il mondo esterno per comprenderlo meglio. Nel dicembre 2017, il presidente Donald Trump ha firmato la direttiva sulla politica spaziale 1, consentendo la campagna lunare. Artemis si basa sui programmi di veicoli spaziali in corso tra cui Orion, Gateway e Commercial Lunar Payload Services, e sta aggiungendo un mezzo da sbarco con equipaggio non sviluppato. Lo Space Launch System sarà il veicolo di lancio principale di Orion, mentre i veicoli di lancio commerciali verranno utilizzati per lanciare vari altri elementi della campagna.

La NASA ha richiesto $ 1,6 miliardi di finanziamenti aggiuntivi per Artemis per l’anno fiscale 2020, mentre il Comitato per gli stanziamenti del Senato ha chiesto alla NASA di presentare un budget quinquennale necessario per la valutazione e l’approvazione da parte del Congresso. Nel febbraio 2021, l’amministrazione Biden ha approvato il programma Artemis. La NASA, attraverso il suo programma Artemis, mira a far atterrare la prima donna e la prima persona di colore sulla luna. Ecco la differenza questa volta. La NASA vuole tornare sulla luna in modo sostenibile.

READ  Il nuovo equipaggio di astronauti di SpaceX ha portato in orbita un simpatico e soffice pinguino chiamato "Guin Guin"

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Pt Agency News