Stuyvesant Town ha un proprio ristorante italiano

Per i residenti affamati di Stuyvesant Town e Peter Cooper Village, gli appartamenti 11241 avranno un piatto di pasta e pizza La Mecca.

Un importante team di ristoranti di pattuglia aprirà Rosemary’s East, un ristorante gemello jumbo sulla famosa Rosemary Street nel West Village su Greenwich Street, la prossima settimana al 350 First Ave. Sulla East 20th Street. La mega mecca della cucina italiana a prezzi moderati avrà 282 posti al coperto e 100 posti all’aperto aggiuntivi.

Stuy Town e Cooper Village hanno assistito ad alcuni drammatici cambiamenti di proprietà negli ultimi quindici anni, ma l’iconica proprietà non ha avuto un ristorante in loco nei suoi 75 anni di storia.

Goodlett ha detto che lo chef Ed Carew, che ha lavorato con Hanson a Fiamma e recentemente è stato con ACE Hotels Group, è a capo di un menu ricco di pasta e pizza, tutti sotto i $ 20 e per lo più intorno ai $ 17. Le opzioni combinano i preferiti originali al rosmarino con la pizza a lievitazione naturale della pizzeria dello Spinoff Village Ris.

Il design luminoso e arioso dell’architetto di Soho Dolores Suarez, cugino di Carlos Suarez, presenta una mezza dozzina di lucernari. Il piano è suddiviso in più sale da pranzo, la più grande delle quali è di 110 ospitanti due sale. Ogni camera può ospitare fino a 16 camere.

“Abbiamo deciso che l’italiano informale sarebbe stato il favorito numero uno”, ha detto Godelet. “Il design del ristorante offre molte diverse esperienze culinarie”.

Interior design di East Rosemary, il nuovo ristorante italiano di Stuyvesant, progettato dall'architetto Dolores Suarez.
Interior design di East Rosemary, il nuovo ristorante italiano di Stuyvesant, progettato dall’architetto Dolores Suarez.
Rosmarino

Il gruppo Blackstone ha acquistato siti di appartamenti in affitto di 80 acri per 5,3 miliardi di dollari nel 2015. Da allora ha investito di più in nuove infrastrutture e miglioramenti della proprietà, che includono 50.000 inquilini. (Blackstone gestiva anche un negozio di alimentari all’esterno del complesso che ha fornito oltre 1 milione di pasti ai residenti dei vicini siti di edilizia popolare durante il 2020.

READ  Gucci celebra i 100 anni con il gruppo Michel "Aria" | divertimento

Oltre al prezzo di acquisto, Kelly Foz, CEO di Beam Living, la sussidiaria di Blackstone che gestisce la proprietà, ha dichiarato: “Dopo sei anni di proprietà, abbiamo investito più di 260 milioni di dollari nella nostra comunità”.

Gli aggiornamenti significativi delle infrastrutture includono 10.000 pannelli solari sul tetto, miglioramenti agli appartamenti e nuovo paesaggio. Ma Blackstone si rese conto che ai residenti mancava ancora una cosa: un buon posto dove mangiare su terreni intricati.

Finora, le opzioni per la ristorazione dei residenti sono state limitate a piccoli caffè nel sud sulla First Avenue e le Avenue A e B, mentre nell’area dell’ospedale a nord, “è per lo più una città fantasma”, ha detto Vohs.

Il ristoratore professionista di New York Alex Goodlett, un amico ed ex collega di Blackstone di Vohs, ha discusso con lui della necessità di un ristorante due anni e mezzo fa. Vohs ricorda “, ha detto Kelly,” Abbiamo questo punto di vista, cosa ne pensi “.

Gaudelet era anche amico del proprietario e creatore di Rosemary, Carlos Suarez. Introdotto da Vohs e Suarez. Gaudelet ha anche lavorato con l’ex proprietario di BR Guest Stephen Hanson, che ha avuto grandi successi come Ruby Foo’s e Atlantic Grill.

Hanson ha detto che Suarez, Godelet e Hanson erano ora partner nella regione di East Rosemary, dove “Suarez ha portato il marchio”. Gaudelet è responsabile delle operazioni quotidiane.

Vohs ha detto che il contratto di locazione di Rosemary include una “condivisione” delle entrate da parte di Blackstone. “Meglio fanno, meglio è.”

Blackstone ha pagato per quella che i partner hanno chiamato una parte “significativa” della costruzione per 6.800 piedi quadrati. Nessuna delle parti ha detto l’importo, anche se Goodlett ha detto: “Abbiamo una discreta quantità di pelle nel gioco”. Il costo totale di costruzione è stimato in circa $ 6 milioni sulla base dei costi tipici di Manhattan compresi tra $ 800 e $ 900 per piede quadrato.

READ  Cerimonie cullate per celebrare il 2774 compleanno di Roma

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Pt Agency News